Guidare in Costiera Amalfitana: adrenalina e stupore ad ogni curva!

Published On 22/09/2015 | By Redazione | in auto, viaggi

La SS163 é una delle strade panoramiche piú belle al mondo, ma molti hanno paura di guidare in Costiera Amalfitana con la propria auto privata. Secondo noi lontano dal caos estivo e con una utilitaria piccola e sicura si può riscoprire l’autentico piacere della guida.

panorama costiera amalfitana

Cielo terso di un intenso blu, mare verde scuro; alte scogliere grigiastre, quasi prive di vegetazione; massi imponenti che quasi invadono la carreggiata; piccoli villaggi con facciate e cupole dai mille colori. Siamo nel Sud Italia. Ed é inverno. Dimenticate auto e motorini in fila lungo le stradine strette, dimenticate lo strombazzare degli autobus o l’imprevedibilità di pedoni distratti, che attraversano la strada, risalendo dalla spiaggia ancora intorpiditi dal sole. A bordo di un’auto di piccole dimensioni riscoprirete il vero piacere della guida e vi convincerete che sí in macchina in costiera si può andare ed é un piacere farlo, basta solo scegliere il periodo adatto.

Nella stagione invernale, infatti, la zona perde gran parte del suo turismo, soprattutto quello giornaliero degli autobus turistici e lascia via libera a chi vuole godersi il panorama, passeggiare tra le stradine dei paesini, mangiare del buon cibo. Siamo nel cuore dell’area mediterranea, ma in alcuni giorni qui il vento può tirare davvero forte e il freddo entrare nelle ossa, perciò suggeriamo di lasciar perdere l’idea di una gita in moto: con una automobile non molto ingombrante troverete facilmente parcheggio e vi districherete, con fare da esperti, nelle manovre piú azzardate.

costiera amalfitana in auto

Il viaggio può cominciare da Vietri Sul Mare e proseguire fino a Positano, percorrendo la SS163: circa 40 km di strada panoramica dove, tenendo una guida turistica, ad ogni curva vi sentirete come cullare; superare una strettoia mentre un’altra macchina arriva dalla carreggiata opposta, vi darà una buona dose di adrenalina; ritrovare la luce, dopo il passaggio sotto una galleria, vi farà sgranare gli occhi come bambini tanta sarà la bellezza di ciò che vi circonda.

Ricordate sempre di mantenere la calma mentre guidate e di controllare gli specchi circolari posti agli angoli delle strade per vedere se sta arrivando un altro mezzo. Fate, inoltre, attenzione, ai clacson in curva: se sentite un colpo un po’ piú forte di sicuro sta arrivando un altro veicolo e conviene fermarsi per dare la precedenza e agevolare la manovra dello stesso! Ogni piccola area di sosta vi sembrerà l’occasione giusta per scendere dall’auto, rigenerare i polmoni di iodio e scattare un selfie!

Se avete piú di due ore a disposizione per la vostra gita in auto in Costiera Amalfitana potreste programmare delle piccole soste tattiche in alcuni dei paesini che attraverserete. Abbiamo anche realizzato una piccola infografica da stampare e portare con voi suggerendo alcune tappe e consigli di guida. A Vietri Sul Mare, specialmente se siete sotto periodo natalizio, potreste visitare le botteghe artigiane di cercamica, mangiare il “panuozzo” o un gelato artiginale. Nel piccolo borgo di pescatori di Cetara una fermata é d’obbligo se volete portare a casa un vasetto di “colatura di alici”. Sarà difficile passeggiare sul lungomare di Minori senza passare in pasticceria per degustare una “delizia al limone” o una fetta di torta ricotta e pere. Arrivati ad Amalfi, dopo aver lasciato l’auto nello spazioso parcheggio al porto, vi aspettano i gradini del Duomo per sgranchire le gambe. Da qui sono vietati i saluti digitali: si inviano solo biglietti con la pregiata artigianale. Ultimo giro di tornanti e si arriva a Positano per lo shopping, per quanto non possa fare caldo, volete davvero rinunciare a un sorbetto a limone?

guida in costiera amalfitana

E voi avete mai guidato in Costiera Amalfitana? O vorreste provare a guidare?

Siamo tornati a scrivere dopo tanto tempo. Vi e’ piaciuto questo articolo? Ne vorreste altri come questo?

Like this Article? Share it!

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *