Massimo Lico racconta la sua esperienza di storytelling in una mostra

Published On 01/04/2014 | By Redazione | fotografia, in evidenza
Federico Fellini- foto di Massimo Lico

Federico Fellini- foto di Massimo Lico

 

Chi ci segue da un po’ ed è appassionato di fotografia di sicuro si sarà imbattuto negli articoli che  Massimo Lico  ha scritto per noi su questo mondo che affascina molti di noi più o meno esperti, più o meno capaci di fare una foto che racconta, che emozioni, che apra a nuovi pensieri…Dal 12 al 20 aprile 2014 nella suggestiva ed esclusiva location del Chiostro degli Agostiniani nel centro storico di Bracciano, si terrà Roma Noir,  Massimo Lico si mette in mostra per coinvolgere e far apprezzare a tutti i curiosi, gli appassionati ed i professionisti lo #storytelling fotografico: una innovativa e potente forma di comunicazione. Massimo, infatti,  si occupa di comunicazione online, sviluppando progetti di Personal Branding e Storytelling Fotografico attraverso i canali web 2.0 e ci dice “oggi è sempre più evidente che l’unico modo per raggiungere moltissime persone, alle quali raccontare la propria attività, la propria vita, la propria storia, è quello di scegliere la vetrina del web. Ho scelto come forma di comunicazione visiva lo “storytelling fotografico” inteso come metodologia di lavoro e arte allo stesso tempo, che permette di raccontare storie che coinvolgono emotivamente il pubblico al quale ci rivolgiamo, sia in veste di persone che aziende, creando con esso un importante processo di identificazione. 

La mostra – evento Roma Noir si snoderà attraverso un accurato percorso di quattordici scatti realizzati con una reflex Pentax digitale priva di flash, attraverso cui il creativo ha cercato di incanalare – riuscendoci – le proprie emozioni direttamente verso i protagonisti di questa storia metropolitana avvenuta durante una notte.

 

L'uomo che osseva. Foto di Massimo Lico

L’uomo che osseva. Foto di Massimo Lico

Ogni fotogramma racconta un lembo del foto racconto e tutti hanno dato vita a Roma Noir. Il luogo non è stato scelto a caso: prestigioso e intriso di storia, il Chiostro degli Agostiniani fa parte del complesso dell’ex convento ed è la splendida cornice d’ingresso al Museo Civico di Bracciano. Luogo ideale per l’allestimento e la fruibilità di percorsi fotografici e di opere d’arte, è location molto ambita. Facciamo il nostro in bocca al lupo a Massimo per il suo evento e invitiamo tutti i lettori di Orastacco a partecipare.

Per saperne di più: www.romanoir.info

Like this Article? Share it!

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *