Aperte iscrizioni al Premio Shanghai: giovani artisti italiani alla conquista della Cina

Published On 23/05/2012 | By Veronica Voto | cultura, in evidenza


L’Italia è il primo Paese al mondo ad aver ottenuto uno spazio espositivo permanente al National Museum of China in piazza Tienanmen.
La Cina da tempo guarda alla nostra storia dell’arte e da qualche anno anche all’arte contemporanea. Un Paese in crescita come il colosso orientale non può lasciare indifferente né le istituzioni, né gli investitori privati e infatti questa mattina – durante una conferenza stampa al Complesso di San Michele a Ripa di Roma-si è dato il via alla prima edizione del Premio Shanghai, un concorso promosso dal Mibac, dal ministero per gli Affari Esteri, dall’Istituto Italiano di Cultura di Shanghai e dall’Istituto Garuzzo per le Arti Visive (Igav) rivolto a giovani italiani e cinesi.

L’iniziativa è nata per permettere a tre giovani artisti italiani e ad altrettanti artisti cinesi di trasferirsi per due mesi, rispettivamente in Cina e in Italia, dove potranno avvicinarsi alla cultura e ai network artistici della città che li ospita. I giovani hanno tempo fino al 30 giugno per presentare domanda di ammissione alle selezioni. Tre i requisiti fondame tali: età 18-35 anni; aver esposto in due mostre collettive; aver una conoscenza dell’inglese almeno a livello intermedio. I tre fortunati che supereranno la selezione- durante il soggiorno in Cina ( e in Italia)- saranno seguiti da un tutor, potranno realizzare ed esporre il proprio lavoro nel paese che li ospita.  

Più volte- durante la presentazione odierna- presso il  è stato sottolineato il fatto che dopo Parigi e New York la nuova frontiera dell’arte è la Cina e in particolare la città di Shanghai. Il riconoscimento prende avvio attraverso la ‘Convenzione per la realizzazione del progetto denominato Premio Shanghai’ sottoscritta nel dicembre del 2011 dalla Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle arti, l’Architettura e l’Arte Contemporanee (PaBaac) con l’IIC di Shanghai e con l’Igav di Torino. “La convenzione è finalizzata – ha spiegato oggi durante la conferenza stampa Maddalena Ragni, direttore generale del Mibac- all’organizzazione del concorso di quest’anno, ma vuole avviare un rapporto di collaborazione per le edizioni future”. Il progetto è stato salutato dal console generale d’Italia a Shanghai Vincenzo De Luca che, in collegamento skype, il quale ha ricordato che “in Italia attualmente studiano circa 10 mila universitari cinesi tra Milano, Firenze e Roma che studiano design, moda, arte.”

Paghiamo il prezzo dell’eredità artistica che ci ha lasciato il Rinascimento e spesso dimentichiamo che gli artisti di quell’epoca erano contemporanei a loro volta. Un’iniziativa come quella del Premio Shanghai può aiutare a promuovere l’arte contemporanea dei nostri artisti. Per un giovane europeo andare in Cina è una grande occasione e fonte di produttività artistica” ha dichiarato la Dott.ssa Martina Corgnati – direttore artistico dell’Igav- che ha poi anticipato che tra i selezionatori  del premio ci sarà Gillo Dorfles.

Il bando del Premio Shanghai è fin d’ora consultabile all’indirizzo www.premioshanghai.webnode.it e sui siti web delle Istituzioni promotrici (www.beniculturali.it, www.pabaac.beniculturali.it, www.iicshanghai.esteri.it, www.igav-art.org). I partecipanti possono richiedere ulteriori informazioni alla Segreteria organizzativa (premioshanghai@libero.it, 011.19781500) e all’Istituto Italiano di Cultura – Sezione di Shanghai (iicshanghai@esteri.it, tel. 0086 21 54075588 int. 157).

Like this Article? Share it!

About The Author

Appassionata di scrittura, cinema e nuove tecnologie...Scrivo per sopravvivere e invece vorrei vivere solo scrivendo...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>