Pino Solinas al Cinema Aquila per parlare di politica e sfruttamento delle risorse in Argentina

Published On 31/01/2012 | By Redazione | spettacoli, video

Esistono diversi modi per fare cinema. Di puro intrattenimento come quello hollywoodiano ( e bollywoodiano), d’autore come quello europeo, o politico che sostiene la causa dei paesi vittime del neoliberismo e renda le pellicole un’”arma di liberazione”. A questo terzo cinema appartiene il regista argentino Pino Solinas, vincitore nel 2004 dell’Orso d’oro del Festival del cinema di Berlino. Nel 2002, dopo il default dell’Argentina, il regista sudamericano ha fondato il movimento politico Proyecto Sur, la cui proposta “è basata sul rispetto della condizione umana e ha come principi di base la difesa dell’ambiente e la proprietà pubblica delle risorse naturali come condizioni per il raggiungimento di una vera giustizia sociale e per la tutela della sovranità nazionale.”

L’occasione per approfondire le tematiche cinematografiche e politiche di Solinas è data il 6 febbraio prossimo (presso il Nuovo Cinema L’Aquila-Roma). La visione del documentario “Tierra Sublevada. Oro Impuro” sarà introdotta da un dibattito pubblico nel quale sono chiamati a confrontarsi amministratori locali, mondo dell’informazione, società civile su iniziativa dell’Associazione A Sud e dal CDCA (Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali in collaborazione con il Nuovo Cinema L’Aquila).
La Tierra Sublevada: Oro Impuro è il documentario firmato da Solanas nel 2009, cui fa seguito l’anno successivo il secondo capitolo Oro Negro. Un viaggio tra i risultati delle politiche neo-liberali avviate negli Anni ’90 e portate alle estreme conseguenze negli anni immediatamente successivi. Terminato nel 2009, il film ci guida nei luoghi della vasta provincia argentina in cui le concessioni minerarie hanno fatto tremendi danni sul fronte ambientale, occupazionale, nello sfruttamento intensivo di risorse i cui proventi non creano alcun beneficio per la popolazione locale. Tutto questo invece arricchisce i bilanci di multinazionali straniere, incoraggiate anche a livello fiscale da autorità conniventi. Il costo del saccheggio in atto è rappresentato da colline buttate giù con la dinamite, falde acquifere inquinate, attività agricole in rovina. Una terra violentata al pari dei suoi abitanti.

TIERRA SUBLEVADA: Oro impuro
NUOVO CINEMA L’AQUILA
via L’Aquila, Roma
6 febbraio 2012, ORE 19.00

Dibattito
L’ALTRA FACCIA DELLO SVILUPPO
con la partecipazione di:
Pino Solanas / Regista
Giuseppe De Marzo / Ass. A Sud
Norma Rangeri / Il Manifesto
Antonio Cianciullo / La Repubblica
Enrico Fontana / Oss. Ambiente e legalità, Paese Sera
modera: Marica Di Pierri / Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali
www.asud.net
www.cdca.it

Like this Article? Share it!

About The Author

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>