Il Gargano aspetta i turisti indiani

Published On 16/01/2012 | By Veronica Voto | news, video

Una volta era l’India, la meta di viaggio di molti occidentali, incuriositi dalla filosofia, dalle religioni, dai colori di quella terra lontana. Nel mondo globalizzato e in continuo cambiamento si potrebbe registrare una vera e propria inversione di rotta.

L’India, che fa parte dei 4 Paesi industrializzati emergenti, guarda con occhio da turista alla Puglia, territorio della vecchia Europa, che cerca affannosamente di riconquistare un ruolo economico nel mondo.

Tutto nasce quando l’Apulia Film Commission ha la felice intuizione di far diventare il proprio territorio, ricco di bellezze ambientali e storiche, set delle più importanti produzioni bollywoodiane. Negli ultimi anni, quindi, le coste pugliesi hanno ospitato le troupe di numerosi film indiani: nel 2009, ad esempio, tra Vieste e Mattinata (Foggia) è stato girato il lungometraggio  di successo Housefull del regista Sajid Khan. Della romantica storia d’amore, che tanto è piaciuta agli spettatori indiani, sono state girate in Italia soprattutto le parti musical inserite come la canzone Oh Girl You’re Mine

Solo questo film è stato programmato in 750 sale (escludendo il mercato televisivo e dei DVD) ed è risultato il secondo maggiore incasso di sempre nella storia del cinema indiano. Con questa diffusione, la pellicola ha raggiunto un pubblico di 400milioni di persone in tutta l’Asia e in luoghi dove c’è una forte comunità indiana ( ad esempio l’Inghilterra). Anche le pellicole Baachna Ae Aseeeno (tra i trulli di Alberobello) e Maska ( girato nel Salento, a Cisternino, di fronte alla Cattedrale di Trani) hanno contribuito a rendere famosa la costa pugliese al popolo indiano. Tutto questo potrebbe appunto aprire nuovi scenari turistici finora impensati e portare in Puglia, e in Italia, numerosi cineturisti indiani.

Like this Article? Share it!

About The Author

Appassionata di scrittura, cinema e nuove tecnologie...Scrivo per sopravvivere e invece vorrei vivere solo scrivendo...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>