Lotto, Caravaggio, Guercino nella Collezione Doria Pamphilj

Published On 17/05/2011 | By Veronica Voto | cultura

Nei capolavori di Caravaggio, Lorenzo Lotto, Jusepe de Ribera, Mattia Preti, Domenico Fetti e Guercino la vanitas ha sempre ragione di qualsiasi vanità. Una riflessione, molto moderna, che diversi membri del principesco casato Doria Pamphilj fecero propria, come dimostra la ricchezza di oggetti darte legati al tema, come gli orologi settecenteschi coronati dall’immagine del Tempo armato di falce.

Quattro sono le sezioni tematiche che rappresentano la molteplicità di questioni legate alla Vanitas. Le prime tre attraversano diversi generi pittorici: la natura morta, la pittura sacra e la ritrattistica, mentre la quarta è dedicata al cardinale Benedetto Pamphilj, collezionista, fortunato mecenate di artisti e musicisti e poeta, autore del celebre oratorio Il Trionfo del Tempo e del Disinganno musicato da Georg Friedrich Händel nel 1707. Alla fine del percorso si offre una riflessione sul tema della vanità e dei sensi attraverso i ritratti di membri delle ultime generazioni della famiglia Doria Pamphilj. Imperdibile per la mostra e per la bellezza di palazzo Doria Pamphilj che racchiude nella sua pinacoteca numerosi gioielli d’arte pittorica, ma anche deliziose sorprese nell’arredamento come il salotto veneziano.

Vanitas. Lotto, Caravaggio, Guercino nella Collezione Doria Pamphilj
Data Inizio:21 maggio 2011
Data Fine: 25 settembre 2011
Costo del biglietto: 10,50 euro
Luogo: Roma, Palazzo Doria Pamphilj
Orario: Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00
Telefono: 06 / 679732
Fax: 06 / 6780939
Sito Web: http://www.mostravanitas.com

Like this Article? Share it!

About The Author

Appassionata di scrittura, cinema e nuove tecnologie...Scrivo per sopravvivere e invece vorrei vivere solo scrivendo...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>